29 giu 2016

Il pranzo dell’artista 29 giugno 2016

Mi pare chiaro che non abbia mangiato solo melone e aperitivo ma ho pensato che le uniche cose degne di essere postate fossero queste! Se non lo avete mai provato fate il melone a dadini e conditelo con timo fresco (che è fondamentale per la riuscita dell’insalata di melone), sale e pepe… Ovviamente olio extravergine di oliva!

Per quanto riguarda il cocktail improvvisato ho riempito quasi il bicchiere di Mateus ci ho messo a pezzettini una peschina  acerba del giardino, l’alberino non si sa se sopravviverà… Per questo l’ho colta! Poi ho aggiunto un pochino di Martini bianco. Un cucchiaino di zucchero di canna e stop! A me sembra buono… 




from WordPress http://ift.tt/28ZPGAw
via IFTTT macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

27 giu 2016

My Home Gallery: le mie proposte

Non perdete COCKTAILART!

pennelli&parole

MyHomeGallery è nata per creare esperienze uniche nelle case degli artisti.
La piattaforma presenta la nuova sezione dedicata alle esperienze proposte dagli artisti.
Tra le esperienze pubblicate entro il 26 giugno 2016 verranno selezionati tre artisti che verranno visitati da Christian Caliandro (Critico d’Arte e co-fondatore MHG) e Claire Adams (Fotografa e co-fondatore MHG) ed entreranno nel Taccuino di Viaggio di MyHomeGallery. 

Sto partecipando al bando di My Home Gallery presentando varie proposte di “esperienza”, non vi nego che sarei molto felice di far parte di Taccuino di Viaggio, ad ogni modo anche se ciò non dovesse succedere sarò felice comunque di aver creato occasioni di aggregazione intorno al mio studio di pittura.

Intanto condivido con voi questi due appuntamenti gustosi, ma ne arriveranno altri, quindi STAY TUNED!

Esperienza COCKTAILART

10 luglio 2016 e 4 settembre 2016 ore 19.00

Mostra da Hanky Panky di Monica Spicciani

Aperitivo con l’artista da Hanky Panky! Il locale che vi propongo…

View original post 104 altre parole




from WordPress http://ift.tt/290cNzC
via IFTTT macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

24 giu 2016

Due giorni a Marina di Bibbona, Cecina, Bolgheri 

APPUNTI DI VIAGGIO BREVI E CONCISI

Ecco un piccolo taccuino di viaggio basato sulle mie recensioni su Tripadvisors.

Forte di Marina di Bibbona

Forte di Marina di Bibbona

● Ristorante Pizzeria Jolly Beach (http://ift.tt/28URrnV)

la mia recensione su Tripadvisors

spiaggia del jolly beach

  • Ristorante Zenzero

la mia recensione su Tripadvisors

● Varo Village Hotel (http://ift.tt/28SomXf)

“Molto tranquillo”

Ambiente tranquillo, non so se perché siamo a giugno o se è la norma. Si trova nella zona vicino al Forte di Marina di Bibbona, dalla parte opposta al centro della località balneare. Struttura piacevole, molto pulita, arredata semplicemente e con poca personalità, da basterebbe qualche quadro decente alle pareti ed assumerebbe subito un aspetto diverso. Personale gentile, in particolare la cameriera al piano e le cameriere di sala ristorante e della sala colazione. La piscina è carina ma non vi ho fatto il bagno perché l’acqua era troppo fredda. Al ristorante abbiamo mangiato alla carta e siamo stati bene, sono venuti incontro alle mie allergie con piatti espressi buoni e gustosi, unico neo poca varietà di scelta.
Nota dolente della colazione i prodotti dozzinali camuffati con spolverate di zucchero a velo che non si confanno ad un hotel di questa categoria. Brioches congelate da scaldare in forno, crostata e dolce lievitato di quelli da un euro o poco più che si trovano al discount. Assortimento abbastanza buono ma di scarsa qualità. Mi sono fatta il cappuccino alla macchina nectar e si sentiva che il latte era in polvere… sinceramente in un hotel siffatto vorrei un cappuccino decente compreso nel prezzo senza doverlo prendere al bar. Per quanto riguarda il bar nel pomeriggio sono andata a chiedere una spremuta, prima mi hanno detto che non avevano frutta fresca, poi il barman ha detto che invece c’era l’arancio… ho fatto notare che l’arancio non mi piaceva e che avrei preferito del pompelmo, lui gentilmente ha detto che avrebbe provveduto a chiedere. Non so se il 21 giugno a Marina di Bibbona la stagione non è ancora cominciata ma in effetti in un 4 stelle non avere di che fare una spremuta…
Avviso ai prestaioli: scordatevi di poter bere un caffè in orari diversi da quelli di apertura del bar, ero sveglia dalle 6 avrei e gradito poter bere un caffè in attesa dell’apertura della sala colazione ma è stato impossibile in tutto il circondario!
Vogliamo parlare della wi-fi gratuita? Nelle camere inesistente, nelle aree comuni prendeva ad intermittenza e con la lentezza di una lumaca…
Spiaggia convenzionata a circa 2 minuti a piedi.
Riassumendo una buona struttura da migliorare in alcune cose.

la piscina del Varo Village

A cena al Varo Village

● Fattoria Terre del Marchesato (http://ift.tt/28Sozd5)

la mia recensione su Tripadvisors

uve vermentino

la cantina

il marito prima della degustazione




from WordPress http://ift.tt/28Sovu2
via IFTTT macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

21 giu 2016

Cronaca breve di un aperitivo 

Prendo un cocktail che si chiama Hugo.

Si rivela un cocktail da femmine…

Il marito si sacrifica e mi cede il suo Negroni.

Ecco, ora si ragiona.




from WordPress http://ift.tt/28Qhzh4
via IFTTT macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

18 giu 2016

La pesca tabacchiera

Questa è la pesca tabacchiera, l’ho trovata stamani a fare la spesa e memore dei ricordi dolci della mia cara amica Rosa l’ho voluta comprare subito ed assaggiarla.

pesche tabacchiere

pesche tabacchiere

Ricordo sempre quando Rosa tornata dalla Sicilia  mi raccontava che aveva mangiato queste pesche, diceva che erano fantastiche!
Non le ho ancora assaggiate ma il loro profumo è meraviglioso.

Non le ho ancora assaggiate perché ho quasi paura di sciupare questo ricordo intimo e tenero che lega me e questa quasi sorella.
Questo semplice post è dedicato ai ricordi di infanzia ed alla mia amica.




from WordPress http://ift.tt/1V43P05
via IFTTT macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

17 giu 2016

Il pranzo dell’artista: uova scadute

In questo periodo sta diventando un’abitudine… Mi scadono le uova! Non che siano scadute da chissà quanto, ma avrei dovuto consumarle entro ieri.

Ovviamente mi rifiuto di buttare via il cibo soprattutto se sono delle ottime uova biologiche.

Il segreto è consumarle ben cotte, quindi me le sono fatte nella mia mitica padella di ghisa con olio extravergine di oliva, curcuma paprica e pepe.

Per farle cuocere bene ci metto sopra il coperchio in modo che anche i tuorli  per sicurezza vengano cotti.

Ovviamente se pensate anche voi di non buttar via le uova scadute considerate due fattori importanti: uno che le uova non puzzino, due che non siano scadute da 20 giorni!😂😂😂




from WordPress http://ift.tt/1XtbcV5
via IFTTT macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

15 giu 2016

Serve l’auto ipnosi?


Questo post non può certo definirsi culinario, ma da un po’ ho deciso che questo blog non tratta solo di esperimenti in cucina ma anche di salute e benessere. Di fatto l’alimentazione è una parte fondamentale dello stare bene e sempre più spesso il cibo è anche una cura quindi perché troppi confini?

Da un paio di mesi mi sto riavvicinando a sistemi di training autogeno per trovare un miglioramento del mio stile di vita. 

Quando ti ritrovi con l’affanno perché il tuo diaframma è bloccato e non riesci a respirare liberamente cominci a pensare che forse qualcosa non va. Sicuramente sono una persona eccessivamente ansiosa e qualsiasi piccolo cambiamento della mia vita incide in modo abnorme sul mio stato d’animo, inoltre soffrendo di fibromialgia e varie allergie tutto si complica ulteriormente.

Ho iniziato ascoltando dei CD di autoguarigione che mi sembrano estremamente validi  i cui insegnamenti ho deciso di provare a mettere in pratica, così ho iniziato anche a spulciare su Internet le offerte in questo settore. Oggi gironzolando sul sito de Il giardino dei libri dove spesso trovo prodotti su benessere e salute sono incappata in questo CD che propone l’auto ipnosi … I CD a dire il vero sono due e si chiamano Ipnosi Quantica – 2 CD a 432 hz Meditazioni e induzioni, dall’inconscio al superconscio e sono a cura di una psicoterapeuta che si chiama Erica Francesca Poli.

Normalmente diffido della parola ipnosi, forse perché quando un medico tentò di applicarla su di me io non riuscivo assolutamente a lasciarmi andare. Però mi sono anche detta che molto probabilmente non riuscivo a lasciarmi andare proprio perché consapevole di essere nella stanza con un’altra persona estranea e sconosciuta. Credo invece che provare da soli senza presenze fisiche esterne sia forse più semplice mollare il freno e quindi perché non provare ? Quello che mi ha colpita in questo cofanetto è che sembra essere approfondito ma allo stesso tempo alla portata di chi è alle prime armi con meditazione e compagnia bella.

Vi terrò aggiornati se troverò dei benefici… Stay Tuned 😜

Potrete trovare tutte le info a questo LINK

Queste tracce possono essere la naturale prosecuzione di un lavoro terapeutico o di crescita personale, così come costituire un primo approccio al meraviglioso mondo delle risorse inconsce anche per il neofita.
(Dalla scheda del Cd)




from WordPress http://ift.tt/1Q4f5xC
via IFTTT macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Crêpes di riso

Stamani invece di andare al computer a fare le solite cose mi sono dedicata alla cucina. Ovviamente alla mia maniera! Ho provato a fare le crepes con solo farina di riso, e mi pare che l’esperimento sia riuscito per cui lo posto qui.

Ho sbattuto o nuovo in una tazza e ci ho aggiunto ovviamente ad occhio un po’ di farina di riso ed un po’ di acqua in modo da rendere il composto liscio e fluido. Ho aggiunto un pizzico di sale e cinque gocce di olio essenziale di limone biologico.

Poi ho scaldato nella mia mitica padella di ghisa un po’ di olio di oliva e ci ho versato il composto coprendolo con un coperchio. 
Poiché la farina di riso non è collosa come la farina di grano ho dovuto tenere la crepe più alta perché altrimenti non sarei riuscita a tenerla insieme.

Poi si è posto il problema della farcitura, sono uscita in giardino pensando di fare una composta di fragole… Purtroppo le fragole erano pochissime per cui la farcitura è venuta abbastanza scarsa! Ma se voi avete fragole in abbondanza nulla toglie che riusciate a farcire in modo decente le vostre crêpes 😬.


Nella stessa padella dove ho cotto le crepe dopo averla pulita con un tovagliolo di carta o aggiunto un cucchiaio di zucchero di canna qualche fragola ed un goccio di vino rosso, ho fatto ridurre il tutto ed ho riempito le crêpes.


Le ho disposte in un vassoio  in pirex e stasera quando torna il maritino le passerò in forno con il grill al massimo per qualche minuto e le servirò calde!




from WordPress http://ift.tt/1UOThEI
via IFTTT macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

14 giu 2016

Sangria semplificata improvvisata

E oggi vai col vino!Avete in casa del vino rosso non particolarmente pregiato? Questa è l’idea per fare una sangria al volo. Io in casa ho le fragole del giardino, le susine del giardino e le pesche purtroppo comprate. Mettete qualche fragola qualche pezzettino di susina e una pesca in una tazza, aggiungere il vino rosso fino a ricoprirle e un cucchiaino di zucchero di canna. Ma non è finita, il tocco di classe è lo zenzero fresco! Oltre ad essere un ottimo digestivo è anche disinfettante per la gola e possiede un sacco di proprietà benefiche, senza contare che da al tutto un aroma veramente particolare e frizzante! Aggiungetene un pezzettino, ovviamente sbucciato. Lasciate in infusione tutto il pomeriggio e stasera potete bere questa sorta di sangria semplificata e mangiarvi la frutta.




from WordPress http://ift.tt/1ttUkSh
via IFTTT macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti